Alici indorate e fritte alla napoletana

951

Le alici fritte, o meglio conosciute come alici indorate e fritte (in napoletano: “alici ndurat e fritt”), è un secondo piatto della tradizione campana, semplice da realizzare ma buonissimo da mangiare preferibilmente caldo.  Le alici sono un tipo di pesce azzurro è si trovano in commercio a basso prezzo. Le miglior alici da utilizzare per questo piatto sono quelle del Porto di Pozzuoli, di piccola taglia ma molto saporite.  Diverse sono le ricette di realizzazione di questo piatto, ma per una perfetta doratura delle alici si consiglia di eseguire sempre la ricetta classica che prevede l’utilizzo di  farina, uova e pangrattato.  Le alici indorate e fritte spesso e volentieri le potete trovare anche nel cuoppo di mare napoletano,  di cui il più famoso, cuoppo di Cetara. Ricordatevi che le “alici ndurat e fritt” vanno mangiate ben calde e magari con uno spruzzo di limone.

Ingredienti

Procedimento

1Pulite le alici togliendo, ad ognuna di esse, la testa, poi apritele a libro senza staccare i due filetti ed estraete delicatamente la lisca centrale. Lavate i filetti di alici sotto acqua corrente e asciugate ognuna di esse tamponandole con carta assorbente
2In una ciotola battete le due uova, aggiungendo il sale e a piacere il pepe. Passate ogni filetto di alice nella farina, poi nell'uovo e friggetelo in abbondante olio caldo sino a doratura.
3Sollevate le alici dall'olio, adagiatele su carta assorbente e servitele ben calde accompagnate con qualche spicchio di limone