Struffoli napoletani

24763

Gli struffoli napoletani sono un tipico dolce natalizio della tradizione napoletana. Gli struffoli napoletani si presentano come palline di pasta, fritte nell’olio o nello strutto e servite avvolte dal miele, decorate con cedro, diavolilli e la celebre “cucuzzata”, ovvero la zucca candita.

Gli struffoli, nonostante siano un dolce diffusissimo a Napoli durante le feste di Natale, sembra non siano stati inventati a Napoli ma introdotti nella città partenopea dai greci ai tempi della Magna Grecia. Oltre agli struffoli napoletani esistono diverse versioni, molto simili alla ricetta tradizionale ma con nomi diversi: in Calabria vi è la cicirata, in Umbria ed Abruzzo cicerchiata ed a Palermo invece si chiamano uguale a quelli napoletani, ovvero struffoli.

La ricetta degli struffoli da realizzare in casa non richiede molto tempo di preparazione e negli ultimi anni la ricetta classica è stata rivisitata aggiungendo all’impasto il cacao in polvere e dando così vita allo “struffolo al cioccolato”. Ricordate che gli struffoli una volta cotti e conditi, si possono conservare per quattro giorni sotto una campana di vetro, oppure se ancora non li avete conditi con il miele potete conservarli in bustine di plastica ben chiuse e condirle poi all’occorrenza.

Ingredienti

Procedimento

1Su un piano di lavoro disponete la farina a fontana, create un foro al centro e incorporate le uova, burro fuso, limoncello, buccia di limone grattugiata e zucchero. Iniziate a lavorare l'impasto con le mani facendo aderire tutti gli ingredienti, sino ad ottenere un panetto compatto e omogeneo. Coprite il panetto con un canovaccio e lasciatelo riposare per una mezz'oretta.
2Dividete il panetto in tante palline dello stesso peso, da ognuna di essa ricavate dei bastoncini spessi circa 1 cm e tagliateli a tocchetti. In una casseruola ampia ponete l'olio, portatelo a temperatura calda e cuocete un po alla volta gli struffoli. Cuocete gli struffoli per circa quattro minuti, finché non risulteranno ben dorati, scolateli e trasferiteli in un vassoio ricoperto da carta assorbente, così che l'olio in eccesso venga assorbito.
3In una pentola antiaderente ponete il miele e lasciatelo sciogliere a fuoco basso, appena risulta sciolto calate gli struffoli ed amalgamate energeticamente con un mestolo di legno. Spegnete la fiamma ed aggiungete i diavolilli, cedro e arancia candita. Sistemate gli struffoli in piatti da portata: ponete al centro del piatto un bicchiere di vetro e distribuite gli struffoli attorno ad esso, così da dare la forma di una corona. Appena il miele si sarà solidificato togliete delicatamente il bicchiere.